Origini

La pesca è originariamente un frutto cinese la cui coltivazione ebbe inizio più di 5000 anni fa e che fin dagli arbori venne considerata come un emblema di immortalità. Attualmente il suo nome scientifico è Prunus Persica e lo stato che generalmente produce la quantità maggiore annua a livello mondiale sono gli Stati Uniti.

La pesca non solo ha un’azione rinfrescante grazie al fatto che è formata per il 90% da acqua ma ha anche innumerevoli proprietà benefiche, molte delle quali, non sono sufficientemente conosciute dalla popolazione, sottovalutando i vantaggi che questo alimento può portare al nostro organismo e al nostro stato di benessere.

I benefici

Qui di seguito abbiamo elencato alcune delle proprietà benefiche di questo frutto straordinario:

  • Fortifica e rinvigorisce la pelle dato l’alto contenuto di vitamina A e C;
  • Protegge la vista grazie alla presenza della luteina;
  • Favorisce l’efficienza del sistema nervoso;
  • Diminuisce la pressione arteriosa;
  • Incoraggia il corretto funzionamento del tratto intestinale;
  • Ha proprietà depurative e diuretiche;
  • Stimola le difese immunitarie;
  • Aiutano a controllare il livello di colesterolo;
  • Protegge da patologie quali il diabete e le malattie cardiovascolari;
  • Rallentano il processo di invecchiamento.

È importante sottolineare che molte di queste qualità sono fornite dalla buccia della pesca.

 

Le Varietà

Le varietà italiane elencate sono quelle maggiormente conosciute ed apprezzate:

 

Curiosità

Avete mai sentito qualcuno paragonare le guance di un neonato a una pesca? Adesso vi spieghiamo il perché! Questo detto nasce da una leggenda egiziana, nella quale il frutto sacro della divinità del silenzio e dell’infanzia Arpocrate (figlio di Iside ed Osiride) era proprio la pesca. Questo nesso fra la fanciullezza e la visibile somiglianza delle guance (morbide e piene) all’alimento ha fatto si che centinaia di anni fa si creasse quest’affermazione e che ancora oggi venga utilizzata.

 

Avvertenze

Controindicazioni

Il nocciolo della pesca è nocivo!

Fate attenzione a non ingerire parte del nocciolo contenuto in questo alimento, in quanto contiene una sostanza tossica per l’organismo! Inoltre, come per tutta la frutta, è consigliabile ingerirla lontana dai pasti per prevenire un’eventuale formazione di gonfiori o fermentazioni.

 

Riflessioni

Noi di MyBenessere siamo consapevoli di come pochi alimenti sani possano migliorare le nostre abitudini quotidiane, migliorando la nostra salute fisica e mentale e portandoci, in questo modo, ad uno stato di benessere. È proprio per questo motivo che mettiamo tanto impegno ed attenzione nel seguire i nostri clienti per tutta la durata del loro processo di trasformazione e miglioramento di sé stessi.

Vuoi saperne di più?

Contattaci per una consulenza gratuita!